CNR - Istituto di Ricerche sulla Combustione
Nome partner CNR - Istituto di Ricerche sulla Combustione
Sito web http://www.irc.cnr.it/progetti/megaris
Indirizzo Tel: +390815704105
Via Diocleziano 328 - 80124 Napoli, ITALIA
Contatto principale Ing. Francesco Saverio Marra
Email: marra@irc.cnr.it
Profilo L' Istituto di Ricerca sulla Combustione è stato fondato nel 1968 con l'obiettivo di creare un ente di ricerca pubblico dedicato allo studio dei processi di combustione, sia relativi alla conversione di energia, sia per la prevenzione e il controllo di incendi, esplosioni, rilasci accidentali. Oltre al contributo dato al progresso scientifico in questi settori, l'Istituto ha contribuito nel corso dei decenni al progresso di altre discipline che rientrano in ingegneria chimica e settori correlati: ingegneria dei reattori chimici, metodi analitici, flussi multifase, di calore e di massa, e tante altre. L'Istituto conta oggi 53 membri di ruolo, la metà dei quali in possesso di una laurea (master/dottorato). Le attività di ricerca in corso si sviluppano lungo le seguenti linee:
  • sviluppo di combustione efficiente e compatibile con l'ambiente e tecnologie di gassificazione
  • utilizzo di combustibili alternativi (ad esempio biomasse, rifiuti, rifiuti derivati da combustibili)
  • sviluppo di innovativi diagnostici intrusivi e non intrusivi di combustione
  • modellazione dettagliata di sistemi reagenti
  • valutazione della sicurezza con l'utilizzo di materiali infiammabili
  • studio dei meccanismi di ossidazione e cinetiche complesse
  • controllo e rimozione degli inquinanti nei gas di combustione
  • combustione/gassificazione e rimozione catalitica degli inquinanti.
L'Istituto ha stabilito nel corso degli anni una fitta rete di attività di cooperazione con università, centri di ricerca pubblici e privati e aziende, in Italia e nel mondo. E' coinvolto in diversi progetti nazionali ed internazionali di ricerca cooperativa nel campo della combustione.
Ruolo nel progetto L'Istituto si occupa dello sviluppo del nuovo combustore a letto fluidizzato, alimentato da biomassa e che ospita il calore dello scambiatore Stirling immerso nel letto o riscaldato da CSP. Questo obiettivo viene perseguito con l'accoppiamento di ampie simulazioni numeriche con la valutazione sperimentale delle soluzioni sviluppate. In collaborazione con i partner sono determinati i parametri energetici principali per l'accoppiamento con il motore Stirling e il concentratore solare.

Precedenti esperienze relative al ruolo: L'istituto ha una lunga esperienza riconosciuta a livello internazionale nel settore della combustione a letto fluido. Esso ha la capacità di comprendere e di esercitare da piccoli a medi combustori fluidizzati, effettuare diagnosi complete delle grandezze fisiche e chimiche. Simulazioni numeriche capacità, che vanno da modelli semplificati a larga scala, calcoli in parallelo ad alte prestazioni, sono state adottate per modellare combustione del gas premiscelato, fino alla riproduzione di instabilità di combustione, fiamme diffusione e multifase, particella carica, flussi di interesse per le tecnologie di gassificazione del carbone. E 'partner in diversi progetti nazionali ed internazionali per lo sviluppo di sistemi energetici a basso impatto ambientale.

Profilo del personale: Il team di ricerca coinvolto nel progetto comprende un direttore della ricerca, un Primo Ricercatore e 3 ricercatori senior, così come molti giovani ricercatori e tecnici. Il ricercatore principale del progetto, Francesco Saverio Marra, è leader o coinvolto in diversi progetti per quanto riguarda l'utilizzo efficiente e pulito delle fonti energetiche fossili e rinnovabili. Simulazione numerica di fenomeni di combustione con un approccio computazionale fluidodinamica è il suo principale campo di competenza insieme con lo studio di aspetti instabili e la stabilità della combustione.